Trading Binario: Cos’è, Come Funziona e Quanto Si Guadagna | Guida

trading binario

Stai cercando informazioni sul trading binario? Sei nel posto giusto!

In questa guida scoprirai cos’è il trading binario, quali sono le sue principali caratteristiche, i vantaggi, quanto è possibile guadagnare con il trading binario, quali sono le migliori strategie per avere successo e quali sono le migliori piattaforme da utilizzare per fare trading binario.

Di seguito trovi una tabella nella quale sono state messe a confronto le principali caratteristiche delle migliori piattaforme per fare trading binario, qual è la nostra valutazione ed il link al sito ufficiale.

migliori piattaforme trading binario

Cos’è il trading binario

Il trading binario è un particolare tipo di trading che si basa sulle opzioni binarie. Le opzioni binarie sono uno strumento attraverso cui fare trading o almeno lo era liberamente fino al 2018, quando l’ESMA ha deciso di riservare ai clienti professionali l’operatività in questi strumenti.

Questo è successo grazie al comportamento scorretto di alcuni broker che hanno presentato questo prodotto incentivando la partecipazione al trading e facendo fare un bagno di sangue a molti che hanno partecipato.

Oggi non è possibile pubblicizzare in nessun modo questo strumento che si caratterizza per il dover effettuare una previsione sull’andamento (senza specifica di quanto si sposterà) di un asset in un determinato periodo di tempo.

Così, ad esempio, posso presumere che nei prossimi cinque minuti il cambio Euro/Dollaro si apprezzerà, così compro un’opzione binaria in rialzo. Se al termine dei cinque minuti il cambio sarà più alto rispetto al valore iniziale guadagnerò, se sarà più basso perderò i soldi inseriti: in ogni caso l’operazione si chiude.

Va da sé che non è sufficiente studiare la direzione del mercato, ma questa valutazione deve essere molto più puntuale. Chi ha avuto a che fare con il mercato, infatti, sa che i movimenti non sono lineari ma la direzione che prende la assume attraverso un andamento oscillatorio.

Per questo, confrontando due punti temporali, si può avere sia un risultato che l’altro con poche possibilità di puntare senza un azzardo.

Le opzioni binarie sono comunque nate da studi scientifici effettuati da parte di economisti ed esperti di finanza statunitensi, che hanno esplorato modelli matematici complessi attraverso questo sistema.

Come funziona il trading binario

Quando si è davanti ad un’opzione binaria hai due possibilità: puoi scegliere un’opzione call o un’opzione put, cioè puoi ipotizzare che il dato mercato, valuta, azione o materia prima si alzerà o si abbasserà di quotazione.

Si tratta di uno strumento di speculazione con cui si intende guadagnare sulla salita o sulla discesa del prezzo indipendentemente dal valore che gli asset assumono in un certo momento e indipendentemente da quanto si apprezzano o si deprezzano.

Infatti con le opzioni binarie basta confrontare due prezzi: quello di partenza e quello con cui termina l’operazione ed è sufficiente che il prezzo sia superiore o inferiore anche di un solo pip perché la condizione sia verificata.

Si guadagna secondo quella che è la valutazione della singola ipotesi, in modo similare alle quotazioni sulle scommesse di eventi sportivi.

Se con altri strumenti finanziari posso guadagnare poco o tanto oppure perdere poco o tanto in caso la mia previsione sia sbagliata di poco o di tanto, con le opzioni binarie potrò essere fortunato e guadagnare l’intera cifra oppure essere sfortunato e perdere tutto.

Per questo, ancora di più che con altre tipologie di prodotti, è necessario assumere una posizione in questi strumenti solo se effettivamente vuoi mettere in gioco qualche soldo che puoi permetterti di perdere. 

Tanto più che esistono opzioni che durano 30 o 60 secondi, per cui il gioco ripetuto anche con piccole cifre può portare a grandi guadagni o perdite. In linea di massima, come in tutte le attività di trading, non potrai guadagnare sempre e questo è da mettere in conto. 

Quando ci si appresta ad investire in opzioni binarie, occorre prima di tutto pensare su quale asset si vuole investire, che può essere diverso anche rispetto alla piattaforma che si sceglie per operare. In linea generale si può scegliere tra una coppia di valute, un’azione, un indice o una materia prima.

Dopodiché occorre scegliere il lasso temporale in cui si vuole fare la previsione che può andare nelle versioni standard da 30 secondi fino ad un’ora, ma ci possono essere anche delle altre scelte più lontane nel tempo che possono offrire guadagni maggiori.

Stabilito questo occorre scegliere la direzione in cui si vuole andare se call o put. Come ultima scelta si ha quanto si intende investire nell’opzione binaria. Normalmente si consiglia di non andare oltre il 5% di quanto hai deciso di mettere come plafond per le opzioni binarie in modo da avere la possibilità di rifarti in caso di esito negativo.

binari trading

Avrai notato una certa somiglianza con i portali di scommesse sportive e, in effetti, si trovano opzioni binarie trattate come gioco d’azzardo. Questo modo di interpretarle da una parte le rende accessibili a tutti mentre dall’altra non ti consente più di interfacciarti con il partner come con un broker ma come con un bookmaker.

In più, in questo ambito, anche per i trader professionisti, è fatto divieto di allettare i clienti con bonus per incentivare l’operatività con loro. Interpretarle come semplici scommesse forse rende l’approccio a questa tipologia di operazioni ancora più pericoloso, poiché si sente meno la necessità di attenersi ad un metodo scientifico e a valutazioni di mercato di tipo finanziario, ma si pensa di utilizzarlo più come un gratta e vinci sempre disponibile.

Entrando più nello specifico, quando entrerai in un portale che ti offre la possibilità di investire in opzioni binarie, vedrai per ciascun asset definito le varie possibilità di orizzonte temporale.

Scelta la propria scadenza si hanno a disposizione due tasti su cui cliccare: uno per la call e uno per la put e in ogni istante viene tarata la quotazione dell’opzione che è la percentuale di premio che si andrà ad avere in caso di esito positivo. In caso di esito negativo invece, non avrai indietro nulla della tua puntata.

I tassi di guadagno che vengono presentati sono spesso molto alti e per singola puntata possono superare facilmente il 70%. Quando si tratta di opzioni binarie di più lungo periodo, magari di una settimana, possono arrivare fino al 500%.

Questo fa capire la possibilità di perdita che c’è poiché nella finanza, come nella vita, non ci sono pasti gratis. In questo caso però, la perdita può essere solo del 100% e quindi, dal punto di vista matematico potrebbe essere interessante come teoria dei giochi.

Certo che, azzeccando sette puntate da 60 secondi al 70%, otterresti la stessa cifra che ti viene proposta in una settimana. Cosa è più rischioso allora?

La domanda è: è più facile prevedere cosa succede nel prossimo minuto o nell’arco di una settimana?

Chi ha frequentato i grafici delle quotazioni dei vari asset, anche di quelli con andamenti più stabili, sa bene che è più facile stabilire cosa succede in una settimana che in cinque minuti, ma forse, almeno in certi periodi, è ancora più semplice e meno rischioso, stabilire l’andamento in una giornata che in cinque minuti.

Questo non può voler significare che si può prevedere con certezza quello che succederà, ma solo aumentare le probabilità statistiche. Ci sono però alcune strategie che si possono attuare per procurarsi piccole vincite certe.

Per studiarle e provarle, è opportuno cominciare con un conto demo che molti broker offrono per impratichirsi con questo sistema di trading. Potrai aprirlo con un broker non regolamentato in Unione Europea, oppure con un broker regolamentato in Unione Europea, se sei un investitore professionale.

La strada più corretta è avere i requisiti per essere classificato in questo modo e puoi ottenerli abbastanza facilmente se riesci a dimostrare di avere operato in ambito finanziario. In ogni caso, per te stesso, è meglio se cominci a valutare il mercato con altri tipi di strumenti e magari inizi con un conto demo con le opzioni binarie, in modo da poter poi affrontarle con una maggiore conoscenza e consapevolezza.

Passare del tempo a guardare il grafico che si muove di un singolo asset che arriverai a conoscere in modo approfondito è la chiave per poter dire cosa succederà nei prossimi cinque minuti o nella prossima ora.

C’è una soluzione che è permessa ai clienti retail: si tratta di un particolare tipo di opzioni che sono una via di mezzo tra le opzioni binarie e le opzioni.

Le opzioni (non binarie) funzionano in un modo leggermente diverso poiché hanno un prezzo di riferimento detto strike, con il quale si determina se è conveniente o meno esercitare l’opzione e vengono utilizzate per scopi anche di copertura dalle fluttuazioni del cambio, oltre che per fini speculativi.

Con queste, quindi, c’è un parametro in più: non è sufficiente identificare il verso ma occorre anche arrivare ad un certo livello di prezzo. Inoltre, la loro quotazione è il prezzo stesso dell’opzione e si guadagna dalla differenza tra il prezzo corrente e il prezzo strike.

Così se ho uno strike pari a 1 e il prezzo corrente è 1,10 ho il diritto di comprare a 1 e vendere a 1,10, quindi ho guadagnato lo 0,10. Se invece il prezzo di mercato è inferiore a 1 perderò quanto ho investito nell’opzione che, di solito, è una cifra abbastanza ridotta.

Prima di arrivare alla scadenza dell’opzione, posso comunque decidere di venderla rientrando, almeno parzialmente, in caso di andamento negativo, rispetto a quello che ho investito.

Posso anche decidere di monetizzare prima della scadenza quando sto guadagnando, senza attendere la scadenza con il rischio che l’andamento si modifichi. È proprio in questo senso la particolarità delle opzioni binarie permesse anche ai clienti retail.

Si prende in considerazione solo il mercato valutario e si chiamano FX Options. Non esiste uno strike e quindi scelgo solo se la quotazione della coppia di valute salirà o scenderà e sceglierò l’orizzonte temporale. Posso però vendere prima della scadenza l’opzione uscendo per diminuire la perdita oppure per monetizzare il guadagno senza ulteriori rischi.

miglior piattaforma trading binario

Quali sono i vantaggi e quanto è possibile guadagnare con il trading binario

Il principale vantaggio del trading binario è che le operazioni si concludono in modo molto rapido. In soli 60 secondi puoi avere l’esito delle operazioni.

Inoltre, sfruttando la possibilità di chiudere per tempo si possono anche attuare strategie per piccoli guadagni in breve tempo cercando di coprire tutte le opzioni possibili. In questo modo, similmente a quello che succede con le scommesse sportive, si può ottenere il risultato del guadagno.

La cosa più importante è non perdere di vista l’obiettivo che è quello di ottenere un profitto, senza farsi prendere dall’emozione della scommessa che sollecita l’adrenalina presente nel nostro organismo ed è un evento del tutto naturale che non si potrà evitare ma solo governare.

Avrai il vantaggio delle scommesse sportive e del trading tutto in un’unica piattaforma, potendo gestire con strategie i piccoli guadagni e allo stesso tempo utilizzare gli indicatori finanziari per sostenere il modo in cui operi e avere un rafforzamento di quelli che sono i vantaggi di un sistema e dell’altro.

Rispetto al trading con CFD o altri strumenti, potrai investire piccole somme, senza problemi, tra l’altro di margine, mentre rispetto alle scommesse sportive avrai un tracciato statistico che non dipende dallo stato di salute di un giocatore e su cui puoi effettivamente fare delle riflessioni.

Quali tipologie di trading binario esistono

Ci sono diversi tipi di opzioni tra cui potrai scegliere. Ci sono opzioni legate alle coppie di valute, opzioni legate agli indici e opzioni legate alle azioni, opzioni sulle materie prime e ora stanno spuntando quelle legate alle criptovalute.

Facendo poi un parallelo con il mondo delle scommesse sportive, sono state create diverse tipologie di opzione che dipendono dal modo in cui è impostata l’alternativa tra cui scegliere.

trading binario automatico

La tipologia più utilizzata è quella binaria classica con cui dato un certo asset si sceglie se aumenterà o diminuirà nel lasso temporale prescelto. Se la previsione è corretta guadagnerai il premio che è indicato al momento dell’acquisto della stessa opzione, se invece la previsione è sbagliata, perderai quanto hai investito.

Un’altra tipologia sono le opzioni binarie di coppia, con le quali si fa il confronto tra due asset, ipotizzando quale dei due nel lasso di tempo determinato avrà l’incremento maggiore o il decremento minore.

Si tratta di stabilire, in altre parole, quale sarà la variazione percentuale maggiore dei due sottostanti presi in considerazione.

Ci sono poi opzioni binarie di lungo termine che partono da un giorno fino ad arrivare a più mesi. Questa tipologia non è molto utilizzata né pubblicizzata, anche perché per il banco è sempre più conveniente incentivare il maggior numero di scommesse possibile.

Le opzioni binarie one-touch aggiungono oltre al verso anche un prezzo di riferimento. Danno origine a profitti maggiori poiché si aggiunge un’ulteriore condizione alla loro realizzazione.

Questo prezzo non può essere chiamato strike e l’opzione così fatta non può essere identificata come opzione classica, poiché il guadagno che si ottiene non dipende dal livello di quotazione di mercato finale, ma solo dal fatto di aver superato una certa soglia.

Ci sono poi le opzioni binarie Ladder che sono simili alle precedenti ma in cui i prezzi di riferimento vengono scelti dal broker e non dall’investitore.

Esistono le opzioni binarie range in cui si tratta di decidere se la quotazione sarà dentro o fuori da un certo intervallo di riferimento.

Come fare trading binario con successo (strategie)

Per fare trading con le opzioni binarie, puoi fare riferimento agli indicatori utilizzati per il trading con altri strumenti quali supporti, resistenze medie mobili, Bollinger e Fibonacci oppure puoi attuare strategie specifiche di questa tipologia di prodotto. Qua ne ritrovi una a titolo di esempio che è molto semplice da attuare e può essere adatta ad un neofita e con opzioni classiche.

Tra queste una molto semplice è quella della gabbia. Si tratta di una strategia per limitare il rischio. Per attuarla sarà meglio acquistare un’opzione con un lasso temporale non troppo ristretto.

Nel momento in cui l’andamento si muove in modo favorevole alla mia previsione, acquisto un’altra opzione a quel livello ma in senso contrario, creando un’area in cui vinco con entrambe le puntate e due aree con cui vinco almeno in uno dei due casi.

Il risultato dipenderà anche dalle quotazioni a cui hai acquistato e venduto le singole opzioni.

La Finanza A Portata Di Click
La Finanza A Portata Di Click

Il blog ideale per chi vuole accrescere la propria cultura finanziaria ed investire al meglio i propri risparmi