La Finanza A Portata Di Click

Pips Trading: Cos’è, Come Funziona e Come Calcolarlo. Guida Completa

pips trading

Per entrare nel mondo del Forex, la prima lezione fondamentale dovrebbe essere quella di comprendere appieno in cosa consistono i pip e come funziona il pips trading di questo particolare mercato.

Sicuramente hai sentito questi termini in diverse occasioni, ma sebbene possa sembrare si tratti di concetti molto semplici, hanno la loro complessità per chiunque non sia abituato al loro uso.

Di seguito trovi una tabella nella quale sono stati inserite le migliori piattaforme per fare pips trading, le loro caratteristiche ed il link al sito ufficiale.

migliori piattaforme pips trading

Cos’è un pip?

Definizione: il termine Pip è l’abbreviazione in inglese di “punto in percentuale” o punto percentuale. Il percentage point è una misura del più piccolo movimento del tasso di cambio in una coppia di valute sul Forex. Un pip è un’unità standardizzata ed è l’importo minimo che può cambiare il prezzo di una valuta.

Per la maggior parte delle coppie, un pip equivale a una variazione dello 0,01% o 1/100 dell’uno percento. Questo valore è generalmente chiamato, nella terminologia finanziaria, punto base (BPS). Un punto base, quindi, è pari a 1/100 dell’1% o, a parità di condizioni 0,01%.

Questa percentuale, in termini assoluti, è pari a 0,0001. Questa dimensione standardizzata aiuta a proteggere gli investitori dalle maggiori perdite che una maggiore unità di varianza causerebbe.

Ad esempio, se il punto minimo di variazione fosse pari a 10 punti base, una variazione di un punto provocherebbe una maggiore volatilità dei tassi di cambio delle valute e, quindi, un maggiore rischio.

Questo è uno dei motivi che ha contribuito a far diventare così popolare il trading FOREX negli ultimi anni. Quindi, in generale, un pip corrisponde a $ 0,0001 per le coppie di valute legate al dollaro USA: Se, ad esempio, il tasso di cambio della coppia EUR / USD si apprezza da un valore di 1,1850 a un valore di 1,1851, il movimento di $ 0,0001 USD è di un pip. In questo caso si direbbe, quindi, che la coppia ha apprezzato un pip. Il tasso di cambio della maggior parte delle coppie di valute ha 4 cifre decimali.

Tuttavia, ci sono alcune eccezioni come le coppie basate sullo yen giapponese, la cui variazione è misurata con 2 cifre decimali. Ad esempio, il tasso di cambio della coppia EUR / JPY è quotato a due cifre decimali. In questo caso, se la coppia si apprezza da un valore di 110,75 a 110,76, questo movimento di 0,01 è una variazione di un pip.

Puoi anche trovare la quotazione delle coppie di valute con una cifra decimale in più. In questi casi il prezzo delle coppie con 4 decimali ne avrebbe 5 e il prezzo delle coppie con 2 decimali avrebbe 3 decimali. Quest’ultimo decimale misura la variazione del prezzo in frazioni di pip, chiamate “pipette“.

pips trading cos'è

Nell’esempio sopra, se il tasso di cambio EUR / USD si apprezza da 1,18505 a 1,18506, questo movimento di $ 0,00001 USD è una “pipetta”. Il modo per mostrare la variazione del prezzo di una coppia di valute dipende, in definitiva, dalla piattaforma di trading e dalle valute che compongono la coppia, quindi ci sono sistemi che mostrano 4 o 2 cifre decimali (pip) e altri che mostrano 5 o 3 cifre decimali (pipette).

Come calcolare il valore del pip e la dimensione della posizione?

Nel pips trading del Forex ci sono innumerevoli coppie di valute. Poiché ogni coppia di valute ha il proprio tasso di cambio, il calcolo del valore monetario di un pip deve essere determinato per ciascuna coppia di valute in un modo particolare. Di seguito sono riportati due esempi di questo calcolo per diverse coppie di valute. Gli esempi utilizzano le virgolette standard con 4 e 2 cifre decimali:

Esempio 1: EUR / USD = 1,1850

  • L’espressione di questo tasso di cambio equivale a dire che con 1 EUR ottengo 1.1850 USD.
  • Il valore monetario del pip è determinato in termini di valuta di base, che in questo caso è l’EUR.
  • Per ottenere questo valore, viene utilizzata la seguente formula: (0,0001 USD) x (1 EUR / 1,1850 USD) = 0,00008439 EUR per unità negoziata.

Continuando con l’esempio, se il volume scambiato è di 10.000 unità della coppia EUR / USD, la variazione di un pip nel prezzo della EUR / USD significherebbe, approssimativamente, una variazione di 0,84 EUR nel valore della posizione ( 10.000 unità x 0,00008439 EUR / unità). Se la posizione dovesse acquistare e il movimento di un pip aumentasse, la posizione aumenterebbe di valore dell’importo specificato.

Se, al contrario, la posizione dovesse comprare e il movimento di un pip dovesse diminuire, la posizione aperta diminuirebbe di valore dell’importo determinato. Come si può vedere, al variare del tasso di cambio della coppia, cambia anche il valore monetario di ogni movimento di un pip.

Esempio 2: USD / JPY = 110,75

Questo esempio utilizza una coppia di valute in cui la valuta quotata è lo yen giapponese e la valuta di base è il dollaro USA.

  • A differenza dell’esempio precedente, la variazione di 1 pip del tasso di cambio si misura con la seconda cifra decimale. Pertanto il movimento di un pip è equivalente a 0,01 JPY.
  • Per ottenere il valore monetario di 1 pip, viene utilizzata la stessa formula del primo esempio adattato a questa coppia di valute: (0,01 JPY) x (1 USD / 110,75 JPY) = 0,0000903 USD per unità scambiata.

In questo caso, se il volume scambiato è di 10.000 unità della coppia USD / JPY, una variazione di un pip nel prezzo dell’USD / JPY significherebbe, approssimativamente, una variazione di 0,90 EUR nel valore della posizione (10.000 unità x 0,0000903 EUR / unità).

Se la posizione dovesse essere venduta e il movimento di un pip fosse più alto, il valore della posizione diminuirebbe dell’importo specificato. Se, d’altra parte, la posizione dovesse essere venduta e il movimento di un pip fosse inferiore, la posizione aperta aumenterebbe di valore dell’importo specificato.

Allo stesso modo del primo esempio, al variare del tasso di cambio della coppia, cambia anche il valore monetario di ogni movimento di un pip.

Variazioni Pip e dimensione delle posizioni

Come si è visto negli esempi mostrati, l’effetto monetario della variazione di 1 pip in un conto FOREX dipende dalla dimensione delle posizioni aperte.

royal pip trading

Maggiore è la dimensione di queste posizioni, maggiore sarà l’impatto economico della variazione di 1 pip nel valore economico della posizione.

In passato, nel pips trading FOREX la dimensione delle posizioni era standardizzata in unità chiamate lotti.

La dimensione standard di un lotto è di 100.000 unità di valuta. Oggi, invece, è possibile aprire posizioni con lotti di dimensioni molto più ridotte: 10.000, 1.000 o addirittura 100 unità.

Come spiegato, la variazione di 1 pip nel tasso di cambio di una coppia di valute influisce sulla quarta o seconda cifra decimale, quindi suppone una variazione molto piccola nel valore della valuta.

Pertanto, affinché questa variazione abbia un impatto economico significativo sul valore economico di una posizione, gli ordini di negoziazione FOREX dovranno essere di una certa dimensione. In quest’ottica, si verifica di seguito come l’emissione di ordini con lotto standard (100.000 unità), invece delle 10.000 unità precedentemente considerate, influenzi gli esempi riportati.

  • Esempio 1: EUR / USD con un tasso di cambio di 1,1850: (0.0001 / 1.1850) x 100.000 = 8,4 EUR per ogni pip.
  • Esempio 2: USD / JPY con un tasso di cambio di 110,75: (0,01 / 110,75) x 100.000 = 9,4 USD per ogni pip

Pips e calcolo profitti e perdite

Una volta spiegato come calcolare il valore di un pip, verrà spiegato come si calcola il risultato di un’operazione FOREX dal valore economico di un pip. Per fare ciò, verrà utilizzata la coppia di valute del primo esempio mostrato. In questo caso, viene analizzato il risultato economico di un ordine di acquisto per la coppia EUR / USD con una dimensione di 1 lotto.

Effettuando un ordine di acquisto su questa coppia, stai acquistando euro e vendendo dollari. Pertanto, un pips trader emetterà questo ordine di acquisto se si aspetta che l’euro si apprezzerà rispetto alla valuta nordamericana. I passaggi dell’operazione sono i seguenti:

  1. Al momento dell’emissione dell’ordine, la coppia EUR / USD viene scambiata a 1,1850 / 1,1855. Poiché l’ordine è di acquisto, viene applicato il prezzo richiesto: 1,1855.
  2. Poche ore dopo il prezzo della coppia si muove verso l’alto e viene scambiato a 1,1870 / 1,1875.
  3. In questo momento l’ordine di acquisto è chiuso. Poiché un ordine di acquisto viene chiuso, deve essere venduto per chiudere la posizione, quindi il prezzo applicato è il prezzo denaro, che in questo caso è 1,1870.
  4. La differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto è quindi: 1,1870 – 1,1855 = 0,0015 o 15 pips.
  5. Utilizzando la formula spiegata al punto precedente si può calcolare il risultato economico dell’operazione: (0.0001 / 1.1870) x 100.000 = 8,42 EUR per ogni pip.

Poiché la variazione dall’apertura alla chiusura dell’ordine di acquisto è stata di 15 pip, il risultato economico dell’ordine è pari a: 8,42 EUR / pip x 15 pip = 126 EUR. Questo è il risultato lordo dell’operazione. Per ottenere il risultato netto sarebbe necessario sottrarre lo spread che rappresenta la remunerazione dei servizi del broker.

migliori broker pips trading

Pips delle principali valute

I valori dei pip variano in base alle valute poiché dipendono dalla quotazione del tasso di cambio delle coppie di valute in ogni momento. Le principali valute negoziate dai trader FOREX nel pips trading sono il dollaro USA (USD), l’euro (EUR), la sterlina britannica (GBP), lo yen giapponese e il dollaro canadese (CAD).

Queste valute principali possono essere accoppiate tra loro o con altre valute che hanno un volume di scambio inferiore in FOREX. Queste ultime valute sono spesso definite esotiche. Come spiegato sopra, la variazione in pip dei tassi di cambio è la variabile che determinerà se un’operazione FOREX ha un risultato positivo o negativo e, in definitiva, la quantificazione del profitto o della perdita dell’operazione.

Maggiore è questa variazione, più volatile sarà una coppia di valute, e quindi più facile sarà realizzare un profitto scambiandola. Sebbene anche il rischio di perdite sarà maggiore.

Il Pips trading richiede continua attenzione

Per questo motivo, è molto importante tenere conto degli intervalli FOREX medi giornalieri durante il trading (prezzo bitcoin, ad esempio), al fine di calibrare la volatilità del mercato valutario e per stabilire una strategia di trading con obiettivi definiti. Se una coppia non soddisfa i range stimati, allora sarà molto difficile raggiungere gli obiettivi della strategia, quindi sarà necessario ripensare a questi obiettivi o cambiare la coppia su cui stai facendo trading.

Il monitoraggio dei tuoi ADR (intervalli medi giornalieri) è fortemente raccomandato dai migliori operatori del pips trading. Per operare nel FOREX con una determinata coppia di valute, oltre al range medio giornaliero, è necessario studiare le ore in cui si verifica la maggiore volatilità della coppia. Quelle ore sono quelle che saranno in grado di produrre i rendimenti più alti scambiando quella coppia.

Tuttavia, sono anche quelli con il maggior rischio di trading, quindi i trader inesperti potrebbero preferire altri momenti della giornata in cui le variazioni dei pip sono minori. In questo modo si assumeranno meno rischi nelle loro operazioni.

Perché usare il pip?

Nel forex, il pip viene utilizzato come “punto” per calcolare profitti e perdite. Calcolando il valore di un pip per una data posizione , il valore monetario del profitto o della perdita di una data posizione può essere facilmente ottenuto. L’utilità di esprimere profitti o perdite come numero di pips o punti, e non in valore monetario, è che il valore monetario non è in grado di dirci quanto sia andata bene o male un’operazione in modo oggettivo, facile e comparabile senza necessità di più dati.

Ad esempio, uno scambio con $ 500 di profitto può sembrare molto buono. Per sapere se è andata davvero bene dovremmo conoscere, almeno, l’entità dell’operazione. Ad esempio, se l’operazione fosse stata effettuata con 0,1 lotti (mini-lotto) nella coppia EUR / USD, si sarebbe trattato di un’operazione straordinaria in cui si sarebbero dovuti raggiungere 500 pips di profitto. Tuttavia, se lo scambio fosse stato effettuato con 1 lotto, sarebbe stato uno scambio buono / medio in cui sono stati ottenuti 50 pip.

cosa sono i pip nel trading

E se l’operazione fosse stata eseguita con 10 lotti, l’operazione sarebbe stata ad alto rischio in cui sono stati ottenuti solo 5 pips. Salviamo tutto questo se ci riferiamo al profitto o alla perdita come numero di pip. Facciamo un altro esempio, due pips trader comprano GBP / USD al prezzo di 1,6987. Uno ottiene un profitto di $ 100, un altro di $ 200. Chi ha fatto un’operazione migliore?

Se conosciamo il numero di pip che ogni trader ha ottenuto, possiamo rispondere direttamente a questa domanda, senza ulteriori indugi. Ad esempio, il primo trader potrebbe aver scambiato 0,1 lotti e ottenuto 100 pips mentre il secondo trader ha scambiato 0,4 lotti, ma ha deciso di chiudere la transazione prima e ha ottenuto solo 50 pips.

Il pip è molto utile anche per i calcoli statistici di un sistema di trading, calcolo del rischio: profitto di una posizione nel mercato e altre operazioni che vengono svolte molto più facilmente e direttamente utilizzando il pip invece del suo valore monetario.

Stai all’erta per evitare errori

Per avere successo con gli investimenti e il pips trading, devi essere uno studente per tutta la vita, specialmente in questioni finanziarie ed economiche. Devi cercare costantemente la conoscenza del mercato, rimanendo informato su ciò che sta accadendo con i tuoi soldi. Per essere un trader Forex di successo a lungo termine, devi renderti conto che i maggiori ostacoli che dovrai affrontare saranno le tue stesse emozioni.

Nel corso degli anni, abbiamo visto molti trader smettere di imparare e abbassare la guardia. Questo è esattamente dove iniziano i problemi. I rischi del trading aumentano automaticamente a causa della mancanza di attenzione o vigilanza. Quando fai trading, dovresti stare attento, essere consapevole della tua attività di trading e dell’effetto sul tuo portafoglio del rischio associato.

Qualsiasi sistema di trading può essere redditizio

Rendersi conto che i commercianti di forex sono i primi sopravvissuti e in secondo luogo redditizi, è il primo passo per diventare un trader di successo. Con le giuste tecniche per gestire i tuoi soldi e gestire il rischio, qualsiasi sistema di trading può diventare redditizio. 

In effetti, la gestione del rischio è molto importante nella gestione dei tuoi sforzi di trading. Se rischi troppo in una singola transazione, perderai tutti i vantaggi del tuo sistema a lungo termine.

La Finanza A Portata Di Click
La Finanza A Portata Di Click

Il blog ideale per chi vuole accrescere la propria cultura finanziaria ed investire al meglio i propri risparmi

5/5 - (1 vote)