La Finanza A Portata Di Click

Mutuo Casa: Come Risparmiare Sui Tassi D’Interesse Nel 2021?

mutuo casa

Vuoi scoprire come ottenere il miglior mutuo casa? Allora hai trovato la guida giusta!

Il mutuo casa è un contratto di finanziamento che coinvolge due parti. Da una parte abbiamo il mutuante, ovvero la banca che eroga la somma di denaro. Dall’altra parte, invece, troviamo il mutuatario, quindi colui che avrà l’obbligo di restituzione della somma prestata attraverso le scadenze predefinite del piano di ammortamento.

Il mutuo casa, dunque, presenta la peculiarità della reciprocità, dal momento che l’importo dovrà essere restituito entro una scadenza predeterminata. In questo articolo vedremo insieme in cosa consiste nel dettaglio il mutuo casa, come fare una simulazione, cos’è l’ipoteca sulla casa per mutuo e tutto quello che occorre sapere in merito.

Prima di proseguire, ecco una tabella con le piattaforme per i migliori mutui casa, le loro caratteristiche e i link ai siti ufficiali

Migliori mutui casa

mutuisupermarket

mutuisupermarket logo
5/5

Classifica delle piattaforme per i migliori mutui casa del 2021

Di seguito, invece, trovi una lista delle piattaforme con i migliori mutui casa del 2021:

Mutuo casa

Un mutuo casa consiste in un prestito richiesto da un soggetto ad una banca per una precisa finalità, ad esempio per l’acquisto o la ristrutturazione di una casa.

Il rimborso del finanziamento avverrà a rate, secondo un piano di ammortamento più o meno lungo. Tali quote sono costituite da una parte di capitale ricevuto in prestito, definita appunto quota capitale, e da un’altra parte di interessi maturati, quindi quota interessi .

Il prestito richiesto avrà dunque una serie di caratteristiche precise. Tra queste troviamo la finalità, la sua durata, l’importo, il tasso di interesse e il piano di ammortamento.

In merito all’importo è necessario fare una precisazione, ovvero che non si parla solamente della somma richiesta, quanto piuttosto della percentuale del valore dell’immobile che verrà finanziata.

Mutuo acquisto casa

Il contratto di mutuo acquisto casa regolamenta il rapporto che intercorre tra due figure, ovvero il mutuatario e il mutuante. Sul contratto sono specificate le modalità di restituzione, il tasso di interesse e le modalità di risoluzione dello stesso, sia nell’ipotesi del rimborso che in quella di inadempienza.

A prescindere dalle nozioni tecniche di un contratto mutuo acquisto casa però, dobbiamo fare una precisazione. Ogni volta che si richiede un prestito, infatti, è doveroso leggere con attenzione il contratto da sottoscrivere, soffermandosi su quali obbligazioni sarà necessario assumere.

calcolo mutuo casa

Grazie ad alcuni recenti interventi legislativi pensati per rendere trasparenti i contratti di mutuo e di conseguenza per tutelare i consumatori, il cliente ha diritto ad ottenere i fogli informativi legati al prodotto bancario offerto, oltre all’informativa precontrattuale.

Questo significa che è possibile ottenere una copia del contratto prima della sua stipula.

Mutuo cambio casa

Il mutuo cambio casa è prodotto finanziario nato nel 2016, pensato per fornire un incentivo al mercato immobiliare. Il mutuo cambio casa, definito anche un mutuo ponte, può essere concesso a quei soggetti che mostrano l’intenzione di cambiare la propria casa.

Attraverso questo finanziamento, quindi, sarà possibile comprare un’abitazione prima di aver venduto la casa attuale.

Il funzionamento di un mutuo cambio casa è piuttosto semplice. Sei il proprietario di un immobile dimostra di volerlo vendere, l’istituto di credito può concedere un finanziamento definito mutuo cambio casa, attraverso cui quel proprietario potrà comprare la nuova abitazione.

La durata concessa per il mutuo cambio casa è breve, non superiore a un anno e mezzo. In questo lasso di tempo il proprietario dell’immobile potrà procedere con la sua vendita. Alla scadenza del mutuo ponte, ma anche prima, il proprietario dell’immobile avrà la possibilità di ottenere il mutuo attraverso la vendita della casa.

Nel caso l’importo riscosso attraverso la vendita non fosse sufficiente all’acquisto della nuova casa, l’istituto di credito riformulerà la rata del mutuo e i relativi interessi, fino all’estinzione del prestito stesso.

La vendita dell’immobile è consigliabile venga gestita da un’agenzia immobiliare esperta del settore. Questo perché è di fondamentale importanza che la vendita riesca nel periodo previsto dal mutuo ponte, dal momento che se questo non dovesse concretizzarsi, le condizioni contrattuali muterebbero a tutto svantaggio del cliente.

Molto importante è la dichiarazione scritta della messa in vendita della precedente abitazione. Questo perché permette di far risultare l’acquisto della nuova casa senza considerarlo come una seconda casa, e di conseguenza di non perdere eventuali agevolazioni. In sintesi, le caratteristiche basilari che ti permettono di accedere al mutuo sono due.

La prima è l’atto di acquisto della nuova abitazione, mentre la seconda è la dichiarazione di vendita della vecchia .

In aggiunta a questi due aspetti fondamentali del mutuo ponte, ne troviamo altri sei molto importanti da considerare, ovvero:

  • Ammortamento. La durata del mutuo è variabile dai 5 ai 30 anni. A questo lasso di tempo dovrà essere aggiunto un periodo di preammortamento di 18 mesi. Durante tale periodo il mutuatario pagherà alla banca solamente gli interessi. Così facendo, in un anno e mezzo il titolare del mutuo avrà il tempo di vendere l’abitazione in tranquillità;
  • Valore finanziato. La somma di denaro che viene concessa dall’istituto di credito corrisponde massimo all’80% del valore dell’immobile, ma non può superare i 300.000 euro;
  • Tasso di interesse. Il tasso a cui si fa riferimento è l’Euribor 365, un tasso che viene calcolato attraverso una media delle transazioni tra le principali banche d’Europa. La base di calcolo è di 365 giorni, ovvero quella dell’anno solare. Il margine di guadagno della banca è dato dallo spread commerciale, ovvero da una percentuale calcolata proprio sulla base dell’Euribor 365;
  • Vendita dell’immobile. La vendita dell’immobile può avvenire tranquillamente tra privati, ma è consigliabile affidare l’incarico ad agenzie immobiliari esperte del settore;
  • Agevolazioni fiscali. Come spiegato in precedenza, la dichiarazione di vendita permette di non far risultare l’acquisto della nuova casa come una seconda casa, dunque di non perdere le agevolazioni fiscali previste per l’acquisto della prima casa;
  • Ipoteca. Il mutuo ponte è comunque un mutuo ipotecario. Questo significa che la banca erogherà la somma solamente nel momento in cui verrà aperta un’ipoteca sull’immobile.

mutuo casa giovani

Mutuo casa in costruzione

Gli istituti di credito possono erogare mutui di vario tipo, in grado di assecondare le diverse esigenze dei clienti, ma sono comunque concessi sull’affidabilità creditizia degli stessi.

Tra le tante tipologie di mutui troviamo anche i mutui casa in costruzione, definiti anche mutui edilizi. Questa forma di finanziamento si rivolge a quelle persone che intendono ristrutturare casa o in alternativa costruire un nuovo appartamento.

La richiesta di un mutuo edilizio può essere effettuata sia da parte di un privato che da un’impresa. Rispetto a un tradizionale mutuo casa, l’importo di denaro con il mutuo edilizio viene erogato in maniera graduale. La banca, quindi, controllerà lo stato di avanzamento dei lavori.

La prima parte del prestito verrà concessa solamente nel momento in cui saranno state realizzate le prime opere, solitamente le fondamenta. L’importo massimo erogabile è nella misura dell’80% del costo della nuova costruzione.

Miglior mutuo casa

mutuisupermarket

mutuisupermarket logo
5/5

Mutuo casa e ristrutturazione

Il mutuo casa e ristrutturazione è un finanziamento ideato per quelle persone che devono sostenere delle spese per interventi di riqualificazione energetica e di manutenzione. L’importo può essere erogato sia per piccoli interventi di manutenzione ordinaria, che per grandi opere di manutenzione straordinaria, quindi effettuate su grandi porzioni dell’edificio.

Al pari di altri finanziamenti pensati per l’acquisto di immobili, anche il mutuo ristrutturazione prevede diverse tipologie di tasso: variabile, fisso e misto. Anche in questo caso l’importo richiesto non può superare l’80% del valore dell’immobile, e potrà essere erogato sia in un’unica soluzione che gradualmente durante lo stato di avanzamento dei lavori.

Prima di effettuare una richiesta per un mutuo ristrutturazione, è importante verificare la presenza di incentivi e agevolazioni, che possono permettere di risparmiare parecchio denaro grazie agli sgravi fiscali.

mutuo ristrutturazione casa

Mutuo per casa all’asta

Per acquistare un immobile mediante asta giudiziaria è possibile ricorrere ad un mutuo erogato da un istituto di credito. Per il cliente significherà avere la garanzia di ottenere l’importo entro i termini pattuiti, così da poter pagare il saldo.

Il mutuo per casa all’asta ha le stesse caratteristiche di qualsiasi altro mutuo con finalità di acquisto, e di conseguenza permette di non perdere i vantaggi fiscali previsti dalle attuali normative.

Per richiedere un mutuo all’asta è necessario presentare alcuni documenti, tra cui il bando di partecipazione, la documentazione anagrafica, la perizia di un tecnico, la documentazione reddituale e la relazione notarile preliminare.

Anche in questo caso l’importo massimo finanziabile è dell’80% del valore individuato dalla perizia sulla casa. Non è possibile richiedere un importo maggiore del prezzo di aggiudicazione dell’asta.

Simulazione mutuo casa

Attraverso i portali di comparazione avrai la possibilità di fare una simulazione mutuo casa. Si tratta di siti specializzati proprio nel confronto di tariffe di servizi di varia natura, tra cui i mutui casa.

Su queste piattaforme dovrai inserire alcuni dati, tra cui la finalità del mutuo, la tipologia di tasso desiderata, il valore dell’immobile, l’importo e la durata del mutuo, il tuo reddito e pochi altri ancora. In pochi istanti, il sistema sarà in grado di sottoporti le migliori offerte del mercato sulla base delle tue richieste.

Mutuo casa 100

Solitamente importo massimo erogabile per un mutuo casa equivale all’80% del valore dell’immobile stesso. Alcune banche però, offrono prodotti differenti in grado di arrivare a coprire il 100% del valore della casa.

I mutui 100 per cento sono prodotti di credito al consumo molto particolari, e che per questo motivo devono essere valutati con molta attenzione. Se da una parte è vero infatti che il richiedente del mutuo non dovrà anticipare il 20% eccedente, è altrettanto vero che i tassi di interesse applicati e le spese legate al mutuo sono più alti.

Ipoteca sulla casa per mutuo

L’ipoteca sulla casa per mutuo è l’unica garanzia reale prevista per l’erogazione di un mutuo. Attraverso l’ipoteca, infatti, l’istituto di credito acquisisce il cosiddetto diritto di prelazione sull’immobile, e in questo modo si può tutelare nel caso il debitore dovesse diventare insolvente.

Il bene oggetto dell’iscrizione di ipoteca rimane comunque a disposizione del proprietario, che per questo motivo possa usufruirne liberamente.

L’ipoteca ha due caratteristiche fondamentali, ovvero accessorietà e specialità. La prima comporta che l’ipoteca faccia riferimento a un debito specifico. Ciò significa che non potrà essere utilizzata dall’istituto di credito su debiti differenti, e soprattutto che nel momento in cui il debito sarà estinto, anche l’ipoteca cesserà di esistere. La specialità, invece, riguarda il fatto che l’ipoteca è iscritta solamente su un preciso bene.

Di conseguenza l’ipoteca non può gravare indistintamente su qualsiasi altro bene del titolare del mutuo. L’ipoteca riguarda l’intero immobile e tutte le parti accessorie, quindi anche le pertinenze come posti auto e garage. Grazie all’iscrizione di un’ipoteca, la banca acquisisce due diritti sull’immobile. Il primo prevede che l’istituto di credito possa espropriare il bene a garanzia del credito.

Il secondo diritto prevede invece che la banca possa venire soddisfatta in via preferenziale su quello che sarà il denaro ricavato dalla vendita della casa. La banca è anche tutelata nel caso cui immobile fosse posto in vendita, dal momento che l’ipoteca segue la casa. Il grado di ipoteca e anche in grado di determinare l’ordine attraverso cui i creditori verranno soddisfatti.

mutuo casa 100

Questo significa che un’ipoteca di primo grado pone la banca davanti ad eventuali altri creditori, che a loro volta potrebbero vantare diritti sulla casa. L’ipoteca è composta da alcuni elementi, tra cui

  • Il titolo, ovvero il documento in grado di giustificare l’acquisizione del ipoteca;
  • L’iscrizione;
  • Il credito da garantire;
  • Bene immobile.

Dobbiamo sottolineare che il contratto di mutuo dovrà essere redatto sotto forma di atto pubblico, e per questo motivo è prevista la presenza di un notaio.

Mutuo per casa

Il mutuo per casa è quindi una forma di finanziamento destinata a coloro che desiderano acquistare un immobile.

La concessione di un mutuo per casa richiede che vengano soddisfatti una serie di requisiti, validi tra l’altro anche per altre forme di prestito. I mutui per casa possono essere a tasso fisso o variabile. La scelta tra queste due formule è del tutto personale.

Il tasso fisso infatti è destinato a quelle persone che desiderano avere la certezza di una rata fissa e costante per tutta la durata del mutuo, anche se i tassi di interesse dovessero aumentare. Il tasso variabile, invece, è destinato a quei soggetti che vogliono assumersi il rischio delle oscillazioni dei tassi di interesse. Solitamente l’importo delle rate di un mutuo a tasso variabile nel primo periodo di ammortamento è conveniente.

Questo perché rispetto delle rate di un mutuo a tasso fisso, l’importo sarà inferiore. Nonostante queste considerazioni, è sempre necessario tenere a mente che le condizioni potrebbero nel tempo mutare a sfavore del cliente. Proprio per questo motivo, i mutui a tasso variabile sono pensati per coloro che dispongono di un reddito medio alto, e che di conseguenza sono in grado di assorbire eventuali aumenti della rata.

Ad ogni modo, ogni volta che si richiede un prestito è di fondamentale importanza leggere con molta attenzione il contratto da sottoscrivere, soffermandosi su quali obbligazioni sarà necessario assumere. Per tutelare i consumatori, alcuni recenti interventi legislativi mirati a rendere trasparenti i contratti di mutui, hanno previsto per il cliente la possibilità di ottenere i fogli informativi legati al prodotto bancario offerto.

Oltre a questo, il cliente può richiedere l’informativa precontrattuale. Ciò significa che potrà ottenere una copia del contratto prima della sua stipula, proprio con lo scopo di leggerlo attentamente.

Lascia un commento

La Finanza A Portata Di Click
La Finanza A Portata Di Click

Il blog ideale per chi vuole accrescere la propria cultura finanziaria ed investire al meglio i propri risparmi

5/5 - (1 vote)