La Finanza A Portata Di Click

Indice di Volatilità VIX: Cos’è, Come Funziona e Come Utilizzarlo

indice di volatilita vix

Stai cercando informazioni sull’indice di volatilità VIX? Allora sei nel posto giusto!

Potresti aver sentito parlare di indice VIX ovvero l’indice della volatilità, l’indice della paura. Consente di valutare lo stress dei partecipanti ai mercati finanziari, e quindi potenziali crolli del mercato azionario. Esistono molte strategie per utilizzare questo benchmark che misura il sentiment dei mercati.

Di seguito trovi una tabella nella quale sono stati inseriti i migliori broker per fare trading con il VIX, le loro caratteristiche ed il link al sito ufficiale.

migliori broker per indice di volatilità vix

Cos’è il VIX index, la volatilità implicita?

Siamo abituati a parlare di indici azionari, o anche di indici obbligatori. Tuttavia, è possibile creare indici di borsa su tutti i tipi di cose. Il VIX, che sta per Volatility Index, rappresenta la previsione di volatilità del mercato nei prossimi 30 giorni.

Il mercato azionario ha un’elevata volatilità quando sale e scende frequentemente e rapidamente. Succede quando gli operatori del mercato azionario hanno una comprensione ancora inferiore del solito di ciò che sta accadendo. Questo è un momento di stress del mercato azionario. Questo è il motivo per cui il VIX viene spesso definito indice della paura.

La volatilità implicita è una metrica che fotografa la visione del mercato della probabilità di variazioni del prezzo di un dato titolo. Gli investitori solitamente lo utilizzano per eseguire proiezioni future su offerta e domanda del mercato azionario. Spesso viene applicato per i contratti di opzione sui prezzi .

Come viene calcolato l’indice di volatilità VIX? Differenza tra indice di volatilità implicita e storica

Bisogna fare una distinzione tra volatilità implicita e volatilità storica. Infatti la volatilità storica è chiamata anche volatilità statistica o realizzata e misura i cambiamenti del mercato passato e i loro risultati effettivi, basandosi su ciò che è già accaduto. Un punto importante da notare è che l’indice VIX cerca di riflettere la volatilità attesa, chiamata implicita, e non la volatilità passata, chiamata storica.

Quando studiamo un indice azionario, e in particolare la sua scheda informativa, studiamo la volatilità passata. La deviazione standard si traduce in volatilità in italiano.

Un’altra differenza con l’implicità è che la storica si focalizza sulla volatilità su base mensile e/o annualizzata, e non sulla volatilità giornaliera come nel caso del VIX.

Puoi immaginare che potrebbe esserci una differenza relativamente significativa tra la volatilità prevista dal mercato e la volatilità che alla fine si materializzerà.

Calcolo utilizzando le opzioni

Piuttosto che dire che la volatilità futura sarà identica alla volatilità passata, useremo le opzioni. Un’opzione è un prodotto finanziario che dà il diritto di acquistare o vendere un’attività (come un’azione, un’obbligazione, materie prime, ecc.) a un prezzo concordato all’inizio e per un certo periodo. Per calcolare il prezzo di un’opzione, devi fare un’ipotesi sulla futura volatilità del sottostante. Il sottostante potrebbe essere, ad esempio, l’indice S&P 500 .

Sezionando il prezzo delle opzioni, possiamo quindi conoscere la volatilità attesa dal mercato (i professionisti che negoziano le opzioni) di qualsiasi azione o indice che può essere scambiato sotto forma di opzioni. Quando parliamo del VIX, sottintendiamo che sia il VIX sullo Standard & Poor 500, vale a dire il mercato americano.

indice vix

Potremmo però parlare anche di Indice Volatilità FTSE MIB per quel che riguarda il mercato italiano. E questo indice esiste, è il FTSE MIB IVI, gestito da Euronext. In Europa abbiamo il VSTOXX che misura la volatilità implicita dell’Euro Stoxx 50 . Ci sono anche indici di volatilità su materie prime, forex e c’è persino un VIX del VIX!

La volatilità implicita è stata superiore alla volatilità storica

I trader prevedono bene la volatilità futura? Sì, ma in media la sovrastimano. La volatilità attesa è stata maggiore della volatilità realizzata più dell’80% delle volte. È possibile chiaramente vedere questo effetto in grafici che confrontano la volatilità storica e attesa.

Questa differenza è dovuta a molti fattori. Uno dei motivi è che le opzioni sono spesso utilizzate per proteggere il tuo portafoglio (proteggerti dalle flessioni), ed è una forma di assicurazione che ha un costo.

Qual è la storia del VIX?

La creazione di questo indice di borsa da parte del CBOE Il VIX è stato creato nel 1993 dal CBOE (Chicago Board of Options Exchange) 10 anni dopo l’emergere delle prime opzioni su S&P 100 e S&P 500. Alla sua nascita seguiva lo S&P 100, ma nel 2003 il metodo di calcolo è stato modificato per seguire l’S & P 500. Ora molte borse diverse dal CBOE hanno indici di volatilità.

Come fare trading sul VIX?

L’uso necessario di prodotti derivati

Il VIX non è negoziabile come tale. Dobbiamo fare affidamento sui futures (contratto futures). Un future è un contratto che ti consente di acquistare un’attività sottostante in futuro. Puoi anche usare le opzioni. Questi derivati su VIX sono stati lanciati all’inizio degli anni 2000.

A partire dal 29 ottobre 2020, il prezzo dei futures sul VIX diminuisce man mano che la scadenza è lontana. Il mercato prevede un calo dello stress sulle azioni statunitensi.

Quando la curva scende, siamo in quello che viene chiamato un si chiama regresso o backwardation e quando la curva sale siamo in contango. Nel trading di futures, e soprattutto nel trading di materie prime, è comune incontrare questi termini. Si applica su tutti i mercati ma per avere chiara l’idea basta pensare al mercato del petrolio.

Questo è un effetto importante da conoscere. Infatti, quando investi in futures sul VIX, devi costantemente riacquistare le tue posizioni man mano che la scadenza si avvicina alla data corrente. È un’operazione chiamata “posizione di rotolamento”.

Ed è importante sapere se la posizione che stai per acquistare è più economica della posizione che possiedi.

indice vix cos'è

Di solito il VIX è in contango, il che significa che il VIX a breve termine è meno costoso del VIX a lungo termine. Poiché in media riacquistiamo i più costosi, si tratta di una strategia strutturalmente perdente.

Come scambiare VIX con i future e quanto costa?

Ogni contratto futures riflette il valore dell’indice Vix in una determinata data di scadenza. Ma per scambiare Vix con i futures, devi avere un portafoglio ben capitalizzato. Questo perché il valore di ogni punto è pari a $ 1000. Già, mille dollari!

Ad esempio, se acquisti un contratto futures su Vix con un rating di 20, il tuo investimento sarà di $ 20.000.
Il futuro Vix è quotato quasi 24 ore su 24.

Il Cboe prevede 3 fasce orarie:

  1. Prolungato: dalle 17:00 (giorno precedente) alle 8:30
  2. Regolare: dalle 8:30 alle 15:15
  3. Prolungato: dalle 15:30 alle 16:00

Ma fai attenzione, puoi inviare i tuoi ordini di acquisto e vendita solo durante l’orario normale. Tuttavia, gli ordini stop vengono accettati durante la fascia oraria estesa. I contratti futures mensili scadono il terzo mercoledì del mese.

Il regolamento dei contratti futures comporterà la consegna di un importo di regolamento in contanti il giorno lavorativo immediatamente successivo alla data di scadenza.

miglior broker per indice di volatilità vix

Vendi volatilità?

Sicuramente dirai che se l’acquisto di futures VIX è un’attività strutturalmente in perdita, la vendita costante di futures VIX è un’attività strutturalmente vincente. Infatti è proprio così. La vendita della volatilità dovrebbe funzionare bene nel lungo termine.

Ciò è normale, in media il mercato sta andando bene e gli arresti anomali sono rari. In realtà, questa strategia consiste nel vendere un’assicurazione contro gli incidenti. E l’assicurazione è un buon affare. Una situazione tanto più interessante poiché la maggior parte delle persone tende a sovrastimare il rischio di disastro e da un punto di vista psicologico preferiamo proteggerci dai rischi piuttosto che esporci di più.

Come mostrano Geert Bekaert, Robert Hodrick e Andrea Kiguel nel loro articolo “Variance Risk in Global Markets” del 2019, questo è vero in tutto il mondo e non solo negli Stati Uniti. Il problema è che quando si verifica un crash è un disastro assoluto. Cade tutto molto, molto rapidamente … e in maniera molto, molto forte!

ETF sul VIX

Gli ETF sui mercati dei derivati non sono propriamente degli ETF (Exchange-traded fund), sono più spesso ETN (Exchange Traded Notes), che sono debiti (non possiedi nulla di concreto, è l’emittente del prodotto che ti deve i soldi… e se questa fallisce …) . Negli Stati Uniti esistono ETN (Exchange Traded Notes) che ti consentono di acquistare o vendere volatilità. Alcuni addirittura usano la leva.

Poiché questi prodotti finanziari elencati negli Stati Uniti non sono accessibili agli investitori al dettaglio europei, non mi dilungherò sull’argomento. Tuttavia, ho preso come esempio un prodotto elencato negli Stati Uniti che vende volatilità. Le cadute possono davvero costare molto e fare male!

Si può investire in borsa grazie all’indice VIX?

L’indice di volatilità è utile per comprendere meglio la finanza e cosa sia il rischio L’indice VIX è interessante da capire, sebbene l’argomento non sia ovvio. Ciò consente di comprendere meglio i fondamenti della finanza e del rischio. In particolare, possiamo vedere come strategie che possono sembrare a basso rischio il più delle volte possono diventare rischiose molto rapidamente.

vix indice

Questo è il caso della strategia di vendita della volatilità. Il ritorno sul rischio è ottimo per la maggior parte del tempo, ma quando le cose vanno male le perdite sono enormi. La volatilità è sinonimo di incertezza, ecco perché non possiamo misurare il rischio esclusivamente in base alla volatilità. Se una strategia o un asset ha un’eccellente performance sul rapporto di volatilità non vuol dire che sia meno rischiosa.

Esempio concreto di investimento sull’indice di volatilità

Supponiamo che il prezzo dell’azione X quotata sull’S & P 500 aumenterà. Questa azione è scambiata a 20 euro per azione. L’opzione di acquisto permette di acquistarlo a 25 euro entro un mese.

Il prezzo dell’opzione call (premio) dipenderà dalla probabilità che il valore dell’azione X passi da 20 a 25 euro entro questo periodo di un mese. Questa probabilità può essere calcolata da diversi modelli (Black Scholes, ecc.). La volatilità dedotta dal prezzo delle opzioni è chiamata “volatilità implicita”.

La media delle volatilità, sulle opzioni “call” e “put” di tutti i titoli dell’S & P 500, fornisce la volatilità implicita complessiva dell’indice. Puoi anche confrontare i possibili movimenti di prezzo e il rischio associato a diversi titoli, settori, ecc.

Difficile da usare

Chi vuole investire nel VIX dovrà passare per il mercato dei derivati, che è difficile da capire e sarebbe preferibile essere un trader di una certa esperienza. Inoltre, sarà necessario mettere in atto una strategia rilevante che dovrà certamente andare oltre la vendita della volatilità quando è alta e l’acquisto quando è bassa. Una strategia che vediamo relativamente spesso.

Questa strategia consiste nel vendere un’assicurazione quando è costosa (in tempi di incidenti) e nell’assicurare quando tutto va bene e prosegue tranquillo! Il modo in cui funzionano i contratti futures mina questa strategia.

indice vix oggi

Ricapitolando

Cos’è il VIX?

Il VIX (Volatility Index) è un indice che misura la volatilità attesa nei mercati azionari. La volatilità corrisponde al livello di variazione del prezzo sul prezzo finale (spesso 1 giorno). Questa volatilità è dedotta dal prezzo delle opzioni sull’S & P 500. Il VIX è stato creato dalla borsa CBOE nel 1993 (originariamente era basato sulle opzioni sull’S & P 100).

Esistono ETF VIX?

Negli Stati Uniti, ci sono gli ETF per fare trading sul VIX (è anche possibile avere ETF per abbreviare l’indice). Questi ETF non sono accessibili agli investitori europei. Sarà necessario utilizzare prodotti derivati come CFD (contratti per differenza) o futures. Si tratta di prodotti finanziari molto pericolosi, che dovrebbero essere riservati alle attività di trading scrupolose.

Esistono indici di volatilità al di fuori del mercato statunitense?

Sì ! Il VIX misura la volatilità implicita sull’S & P 500. Ma è possibile costruire indici in base alla volatilità implicita di qualsiasi azione o indice azionario. C’è per esempio l’indice FTSE MIB Implied Volatility chiamato IVI. Questo indice di volatilità si riferisce al valore implicito nei prezzi delle opzioni su indice, misurando la volatilità dell’indice FTSE MIB. Ci sono diverse versioni che calcolano a 30, 60, 90 e 180 giorni.

Qual è il prezzo massimo del VIX?

La solita volatilità nel mercato statunitense è di circa il 15-20%. Durante il crollo del 2008 (l’S & P 500 ha perso il 38% del suo valore), il VIX ha raggiunto un prezzo di 90. Durante la crisi del mercato azionario legata al Coronavirus, il VIX ha superato i 60. Sebbene l’S & P 500 sia tornato ai massimi, la volatilità implicita è rimasta superiore al 20%.

Perché il VIX si chiama Fear Index?

Il VIX misura la volatilità prevista dagli attori finanziari (volatilità non realizzata). È quindi un indicatore della serenità o della preoccupazione dei finanziatori. Piuttosto che chiamarlo indice di serenità, hanno preferito chiamarlo indice di paura. Alcuni operatori lo considerano un indicatore anticipatore di un crollo del mercato azionario. I trader preoccupati hanno maggiori probabilità di vendere che di acquistare azioni.

Quando vendere la volatilità?

In generale, devi vendere la volatilità quando è alta, molto alta. Ma come definire questa soglia e le quotazioni vix che diano una certa sicurezza? 30, 40, 60? Impossibile rispondere a questa domanda in quanto dipenderà dal tuo capitale e dalla tua propensione al rischio.

Quando si guarda alla storia della Vix, si potrebbe essere tentati di diventare un venditore nel momento in cui la Vix supera il valore simbolico di 40. Ma sarebbe come giocare alla roulette russa: 1 proiettile nella canna, 6 colpi. Le probabilità sono con te, ma perdi solo 1 volta e non fai più parte di questo mondo! È esattamente lo stesso vendere l’indice di volatilità: c’è un’alta probabilità che la Vix diminuisca ma per ben due volte è salita a 80.

A questo punto, devi avere delle forti spalle e soprattutto un capitale piuttosto sostanzioso per incassare la perdita ed evitare la richiesta di margine. La vendita netta di Vix dovrebbe essere ottenuta con una piccola parte del tuo capitale (meno del 5%). Attenzione a non essere troppo avido, perché potresti finire come nella favola della rana, che voleva essere grande come il bue.

La Finanza A Portata Di Click
La Finanza A Portata Di Click

Il blog ideale per chi vuole accrescere la propria cultura finanziaria ed investire al meglio i propri risparmi

5/5 - (1 vote)