Criptovalute Emergenti: Guida Completa 2021. Su Quali Investire?

criptovalute emergenti

Stai cercando informazioni sulle criptovalute emergenti? Allora sei nel posto giusto!

Nella stragrande maggioranza dei casi, quando si parla di criptovalute il pensiero corre subito al Bitcoin. Effettivamente questa moneta è stata la prima ad essere introdotta, e sta facendo la storia del mercato. Ma non è certamente l’unica, perché dal 2009 in poi, anno della sua invenzione, sono state numerose le criptovalute che hanno provato a ritagliarsi un segmento di tale mercato.

Alcune si sono rivelate semplicemente dei fuochi fatui, ma molte altre sono invece riuscite nell’impresa. Con questi presupposti, nelle prossime righe vedremo insieme quali sono quelle emergenti e come trarne un profitto.

Innanzitutto di seguito trovi una tabella nella quale sono stati inseriti i migliori exchange dove comprare criptovalute emergenti, le loro caratteristiche ed il link al sito ufficiale.

migliori exchange per comprare criptovalute emergenti

Criptovalute: cosa sono?

Le criptovalute sono monete digitali che hanno un preciso scopo: rivoluzionare quello che è il sistema economico e finanziario che noi tutti oggi conosciamo. In parole povere, grazie alla potente tecnologia della Blockchain, le criptovalute consentono di scavalcare il potere delle banche centrali. Tra le caratteristiche principali di queste valute infatti, troviamo proprio la loro indipendenza, ovvero che non sono soggette a nessuna autorità.

Proprio questo singolare aspetto ha creato non pochi problemi tra i vari Governi nazionali, data l’assenza di regolamentazioni ufficiali. La Blockchain inoltre, viene considerata innovativa anche perché permette la creazione di quelli che vengono definiti “Smart Contract”. Si tratta di contratti intelligenti che possono essere utilizzati per moltissime applicazioni.

Dietro a qualsiasi progetto di criptovaluta troviamo un Token, ovvero l’effettiva criptovaluta che viene scambiata materialmente sui mercati. Volendo fare un esempio, il token del Bitcoin viene identificato con BTC, mentre quello di Ethereum com ETH. Abbiamo detto che esistono moltissime criptovalute introdotte sul mercato dal 2009 in poi. Alcune si sono rivelate un flop, mentre altre hanno guadagnato terreno.

token criptovalute

Critpovalute emergenti 2021 su cui investire: quali sono le migliori?

Stabilire il numero esatto delle criptovalute in circolazione forse non è nemmeno possibile. In moltissimi casi si tratta solamente di progetti di studio, e in tante altre situazioni troviamo anche delle vere e proprie truffe.

Alcune invece hanno raggiunto una capitalizzazione di mercato davvero impossibile da ignorare, e possiamo comprarle e venderle su una delle piattaforma di negoziazione che trovi nella tabella in alto (in questo momento YouHodler è sicuramente uno degli exchange più affidabili sul mercato).

Si tratta in particolare di Ethereum, Ripple, e Bitcoin Cash. Vediamone insieme le principali caratteristiche.

Ethereum

Con il termine Ethereum facciamo riferimento agli Smart Contract, mentre per indicare quella che è la criptovaluta a tutti gli effetti utilizziamo il termine Ether. Come anticipato, gli Smart Contract sono contratti intelligenti che sono in grado di sfruttare la potenza della rete sotto l’aspetto computazionale per la gestione di contratti applicabili in diversi settori della finanza. Tra i principali troviamo l’energia e l’istruzione.

criptovalute emergenti 2021

Tutto questo accade senza chi sia necessario alcun intermediario. Il valore di questa criptovaluta, secondo l’opinione di moltissimi analisti, è destinato a salire nel tempo. Questo tra l’altro è uno dei motivi per cui gli investitori che decidono di investire in Ethereum sono in netto aumento.

Ripple

Si tratta di un’altra criptovaluta emergente. La sua nascita avviene nel 2013, e rispetto a Bitcoin ed Ethereum, rappresenta fin da subito un vero e proprio punto di svolta. Anche in questo caso, attraverso il termine Ripple si fa riferimento al sistema, mentre la criptovaluta assume il nome di XRP. Esattamente come tutte le altre criptovalute, anche XRP esiste solo digitalmente e non in forma cartacea.

migliori criptovalute emergenti

Basata su un progetto che assumeva il nome di OpenCoin, XRP in origine nasce con l’obiettivo di sopperire a precisi svantaggi del Bitcoin. Tra le principali peculiarità di questa criptovaluta troviamo la possibilità di portare a termine transazioni trasparenti a tutti gli effetti. Al pari di altri XRP è decentralizzata, e lo scopo della sua nascita è quello di abbattere i salati costi tipici del sistema bancario.

Bitcoin Cash

Questa criptovaluta emergente nasce da un “hard fork” di Bitcoin. Con questo termine si fa riferimento ad un processo dove alcuni sviluppatori prendono una copia di quello che è il codice di programmazione originario di un’altra criptovaluta, per lavorarci in un secondo momento in maniera separata. Ma quali sono le principali caratteristiche del Bitcoin Cash?

criptovalute emergenti su cui investire

La prima, al pari di altre criptomonete, è che Bitcoin Cash si basa su un sistema che permette la gestione decentralizzata delle transazioni. Una differenza sostanziale però, è nella dimensione dei blocchi, che in questo caso è di 8 megabyte. Bitcoin Cash nasce nell’agosto 2017, nel preciso momento in cui nasce anche una nuova blockchain.

Nuove criptovalute emergenti: ecco le principali

Le tre criptovalute elencate in precedenza, ovvero Ethereum, Ripple, e Bitcoin Cash non possono essere considerate come monete emergenti vere e proprie, ma come delle realtà consolidate. Questo significa che l’elenco di quelle davvero emergenti potrebbe proseguire davvero a lungo, e che la lista richiederebbe un aggiornamento continuo.

Ma quali sono quindi i Token emergenti? Di seguito alcuni nomi nomi meritevoli di menzione:

  • Iota
  • Litecoin
  • NEM
  • Ethereum Classic.
  • EOS
  • Cardano
  • Tezos
  • Crypto.com
  • VeChain
  • Cosmos ATOM
  • NEO
  • ZCash
  • Dogecoin

Una scelta di questo tipo si basa su una serie di fattori miscelati opportunamente fra loro. Tra i principali troviamo:

  • Capitalizzazione
  • Qualità della blockchain
  • Anni di vita sul mercato
  • Andamento del Token

Il fattore che maggiormente incide in questa valutazione è sicuramente quello della Blockchain, che ha permesso una promozione a pieni voti di due cripto in particolare, Cardano e EOS. In seconda battuta anche il fattore della capitalizzazione assume un ruolo davvero rilevante. Questo perché in un mercato caratterizzato da un’estrema volatilità, disporre di una solida base economica è sicuramente un grosso vantaggio.

A distinguersi sotto questo aspetto troviamo ad esempio Tezos o Ethereum Classic. Anche osservare il reale andamento dei Token per comprendere il grado di apprezzamento degli investitori è un parametro importante di valutazione. Questo significa che scegliere quale sia la criptovaluta emergente migliore su cui investire non è certamente semplice, e richiede un’attenta fase di studio.

Come investire sulle criptovalute emergenti

Come fare trading online sulle criptovalute emergenti? La grande volatilità di questi asset li rende le monete digitali sicuramente interessanti sotto il profilo dell’investimento, fermo restando che in linea di massima le loro quotazioni seguono comunque l’andamento della principale Bitcoin. Continui rialzi e discese altrettanto repentine dunque, permettono di fare trading CFD attraverso una delle tante piattaforme online.

Ma cosa si intende con CFD? L’acronimo indica i Contratti per Differenza, cioè strumenti derivati in grado di replicare quello che è il reale andamento di mercato delle criptovalute o di qualsiasi altro asset, e che per questo motivo non costringono all’acquisto dell’asset stesso. Ottenere un profitto con i CFD è quindi possibile sia nel momento in cui la criptovaluta acquista valore, che nella situazione inversa.

I CFD inoltre, permettono anche l’applicazione di un altro strumento dalle immense potenzialità. Stiamo parlando della leva finanziaria, ovvero di un moltiplicatore che consente un’esposizione maggiore sul mercato rispetto a quanto realmente messo in gioco. Questo permette di ottenere un guadagno più velocemente. Di contro, anche eventuali perdite, per il medesimo meccanismo sono altrettanto veloci.

acquistare criptovalute emergenti

All’atto pratico delle cose possiamo riassumere tutto nel seguente modo:

  • Le criptovalute acquistano valore. In questo caso è sufficiente aprire una CFD Long (rialzista).
  • Le criptovalute perdono valore. È necessario attivare un CFD Short (ribassista).

Uno dei pregi principali dei CFD dunque, risiede nell’estrema semplicità con cui è possibile negoziarli. Basta qualche click del mouse e il gioco è fatto. Inoltre, rispetto alla compravendita tradizionale di criptovalute o altri asset, grazie all’effetto leva sono necessari capitali inferiori per cominciare a investire. Chiaramente la duplice possibilità di profitto riduce il rischio legato all’investimento, seppur non lo annulli.

Piattaforme per negoziare criptovalute emergenti

Sul mercato possiamo trovare moltissimi broker regolamentati che consentono la negoziazione di criptovalute. Si tratta di società del tutto legali che offrono ai loro clienti delle piattaforme software che consentono con pochi click del mouse, dopo aver aperto un conto apposito, di fare trading CFD con questi asset. Ognuno di questi intermediari si contraddistingue per precisi aspetti, e tra i più noti troviamo eToro, ForexTB, e Plus500.

migliori broker per fare trading sulle criptovalute emergenti

eToro

La società nasce nel 2007, e grazie ad un approccio particolarmente social, si rivela fin da subito un successo di dimensione mondiale. eToro (vai al sito ufficiale) permette di fare trading CFD pagando solamente lo spread, dunque senza commissioni. Con questo termine facciamo riferimento ad una piccola percentuale, guadagno per la società, calcolata sul differenziale di prezzo tra le due posizioni di acquisto e di vendita.

come comprare criptovalute emergenti

Il punto di forza di eToro è sicuramente rappresentato dal Copy Trading. Si tratta di una modalità di trading automatico che permette con pochi click del mouse di replicare le strategie di trader di successo che hanno già ottenuto risultati degni di nota in questo caso con le criptovalute emergenti. Si tratta di un’innovazione che ha fatto scuola nel settore del trading online, emulata da molti altri competitor.

Altro punto a favore del broker, comune tra l’altro a diversi concorrenti, è la possibilità di aprire un conto demo gratuito. Si tratta di un particolare account che non richiede un deposito in denaro, e che consente sia di familiarizzare con le funzionalità della piattaforma, che di acquisire i fondamentali del trading online. Il primo deposito potrà avvenire di conseguenza solamente nel momento in cui il trader si sentirà pronto.

ForexTB

Il broker è relativamente giovane, ma in breve tempo è stato in grado di conquistare una buona fetta di mercato. Anche in questo caso è presente una modalità di trading automatico. ForexTB (vai al sito ufficiale) permette di fare trading CFD sulle criptovalute, anche su moltissime emergenti, nonché di ricevere dei segnali di trading. Si tratta di notifiche in real time che consentono di avere indicazioni preziose sull’attività.

dove comprare criptovalute emergenti

Questo è possibile grazie ad analisti professionisti che studiano quotidianamente i mercati, attraverso l’aiuto di robot e algoritmi in grado di suggerire quale sia il momento giusto per entrare nel mercato, o al contrario attendere un’occasione differente. Un valore aggiunto di questo sistema, è la sua totale gratuità, anche se dobbiamo precisare che scegliendo uno dei conti non base si avrà accesso a un numero maggiore di notifiche.

Infine, ma non da ultimo, tra le peculiarità di ForexTb troviamo anche la sua nutrita sezione formativa. Questo è un aspetto da valutare attentamente nel momento in cui si sceglie la piattaforma. Questo perché gli strumenti messi a disposizione possono fare la differenza sul grado finale di preparazione. ForexTb in questo senso offre una guida sul trading davvero approfondita, diventata punto di riferimento per ogni trader.

Plus500

Il broker è famoso in tutto il mondo, e può essere considerato come uno dei leader di mercato. La sua piattaforma è disponibile sia come software desktop, che come versione online utilizzabile tramite browser internet, che come app mobile per smartphone Android e iOS. Con Plus500 (vai al sito ufficiale) è possibile fare trading CFD su criptovalute, oltre che su una gran quantità di altri asset.

nuove criptovalute emergenti

È in particolare nel frangente delle criptomonete che la società si rivela particolarmente attenta, perché ogni volta che un’emergente si rivela interessante sotto l’aspetto delle performance, viene inserita nel listino, così da offrire l’opportunità ai clienti di investirvi e negoziarla sui mercati. La piattaforma si contraddistingue per una curva di apprendimento piuttosto breve.

In questo modo i trader principianti sono agevolati, senza dimenticare anche in questo caso la presenza di un account demo gratuito. Come anticipato infatti, attraverso questo conto, è possibile fare esperienza in maniera totalmente gratuita. Il primo deposito potrà avvenire una volta acquisite le giuste nozioni per investire con consapevolezza. Nel caso di Plus500 il deposito minimo è davvero modesto: solamente 100 euro.

Criptovalute emergenti: conclusioni

Le criptovalute emergenti in generale, al pari delle più blasonate Bitcoin o Ethereum, sono asset in fortissima crescita, caratterizzate da un’estrema volatilità. Proprio per questo motivo si rivelano uno dei migliori strumenti su cui canalizzare i propri investimenti, soprattutto grazie alla possibilità data dal trading CFD di ottenere un profitto da entrambe le possibilità di mercato (salita e discesa).

Chiaramente come per qualsiasi investimento non deve mai essere sottovalutato il rischio di poter perdere quanto investito. Proprio per questo motivo, prima di cominciare a fare trading online su criptovalute, è necessario muovere i primi passi con cautela, magari aprendo alcuni account demo sulle principali piattaforme regolamentate. Di seguito riportiamo alcune tra le domande principali sulle criptovalute emergenti.

Quali sono le cripto emergenti migliori? Quello delle criptovalute è un settore estremamente variopinto e volatile. Alcune valute in particolare però, si sono rivelate nel tempo più affidabili di altre, come Tezos, EOS, Cardano, e VeChain.

Dove negoziare cripto emergenti? È possibile negoziare criptovalute emergenti su uno dei tanti broker di trading online CFD del mercato. Si tratta di società legali e regolamentati che offrono apposite piattaforme ai propri clienti, come eToro, ForexTB, e Plus500.

Quali sono le peculiarità delle criptovalute emergenti? Tra le principali troviamo una blockchain innovativa, un Token in grado di ottenere buoni risultati sui mercati, e un progetto di Business che si possa rivelare interessante per gli investitori.

La Finanza A Portata Di Click
La Finanza A Portata Di Click

Il blog ideale per chi vuole accrescere la propria cultura finanziaria ed investire al meglio i propri risparmi