La Finanza A Portata Di Click

Carta Revolving: Quale Scegliere e Come Richiederla | Guida 2021

carta revolving

Stai cercando informazioni relative alle migliori carte revolving del 2021? Sei nel posto giusto!

In questa guida scoprirai quali sono le migliori carte di credito revolving e per ognuna di esse potrai leggere una breve recensione, che ti aiuterà a capire qual è la carta ideale per le tue esigenze.

Ecco per te una tabella con le migliori carte revolving sul mercato, le loro caratteristiche ed un link verso il sito ufficiale.

migliori carte revolving

selfy mediolanum

carta di credito selfy mediolanum
5/5

american express

american express oro
3.7/5

sella

carta di credito sella
3.7/5

illimity bank

carta di credito illimity bank
3.5/5

Classifica migliori carte revolving

Di seguito, invece, trovi un elenco delle migliori carte revolving del 2021:

ricevi i nostri consigli personalizzati:
compila il modulo e scopri la carta di credito adatta a te!

Cliccando su "Invia" confermi di aver preso visione dell'informativa sulla privacy

Migliori carte revolving 2021: recensioni e guida alla scelta

Carta revolving con fido American Express Blu

La Carta American Express Blu (vai al sito ufficiale) è la principale carta revolving di American Express. Questo vuol dire che con questa puoi pagare a rate oppure a saldo secondo le tue preferenze.

carte revolving fido

In caso tu decida di pagare a saldo non ci saranno spese aggiuntive, mentre se vuoi rateizzare la cifra saranno aggiunti interessi che sono calcolati in base ad un TAN (Tasso Annuo Nominale) pari al 14%.

Per obbligo di legge l’emittente espone anche quello che è il TAEG ma, quello che effettivamente è il Taeg dipende dall’importo rateizzato che si vuole pagare in importi mensili, sul quale le spese fisse possono incidere in modo diverso.

La carta ti consente di ricevere, grazie al suo utilizzo direttamente per acquisti, una percentuale di cashback pari all’1% che ti viene accreditata una volta all’anno in occasione del rinnovo, a condizione che tu non abbia disdetto la carta e che i tuoi pagamenti siano sempre stati regolari.

La carta può essere richiesta a partire da 11.000 € di reddito annuo dimostrabile e può arrivare a concederti fino a 5.000 € di plafond per la carta stessa. Più esattamente, dopo l’istruttoria effettuata il plafond può essere: 1.500 €, 2.500 €, 3.500 € o 5.000 €.

carta revolving più conveniente

Dopo aver verificato la tua documentazione, la direzione dell’emittente ti comunicherà l’autorizzazione e il rilascio della stessa carta e il plafond che ti è stato concesso.

Con la carta hai la protezione antifrode per proteggerti da sottrazione dei dati della carta elettronicamente o attraverso clonazione o furto della stessa carta, l’assicurazione infortunio per i viaggi e l’assicurazione protezione acquisti, che interviene in caso tu voglia restituire un oggetto acquistato e il negoziante non sia più contattabile o non si riesca ad ottenere il cambio dello stesso.

Con la carta puoi anche prelevare contanti agli ATM per un importo non superiore a 500 € ogni 8 giorni e per un importo complessivo mensile non superiore al 20% del fido accordato. Al momento del rilascio della carta scegli quale modalità di pagamento preferisci, se a saldo o a rate, e puoi poi in qualsiasi momento modificare la scelta.

carta di credito revolving american express

Scegliendo il pagamento a rate, dovrai decidere, contemporaneamente, il modo in cui vuoi rimborsare, se attraverso la rata minima oppure un importo fisso superiore alla rata minima scelto direttamente da te.

La rata minima non può scendere sotto i 40 € e non può essere inferiore al 6% del saldo dovuto. Questi importi vanno aumentati di interessi e spese. La quota annua della carta è pari a 35 € ed è sempre possibile rimborsare anticipatamente le somme dovute e chiedere oppure no la disdetta della carta.

La Carta Blu di American Express ti permette di avere un fido commisurato alla tua capacità reddituale cui puoi attingere in qualsiasi momento. Altre carte permettono di rateizzare singoli acquisti sopra un certo importo, mentre con questa carta puoi rateizzare tutte le spese che devi sostenere, siano esse l’acquisto del pc oppure le bollette del gas.

Si tratta di una sicurezza per tutti ma a maggior ragione per gli autonomi che si possono trovare a dover concedere dilazioni di pagamento a loro volta a clienti per poter incassare ma, nel frattempo, hanno bisogno di flessibilità di cassa per portar avanti il menage familiare.

Carta di credito revolving online American Express Explora

American Express Explora (vai al sito ufficiale) è simile alla carta Blu per condizioni. Anche con questa puoi decidere, comunicandolo all’inizio del rapporto e poi eventualmente modificare in seguito, di pagare l’importo speso a saldo oppure tramite rate, andando incontro ad una maggiorazione per interessi e spese.

carta revolving subito

Il TAN con il quale viene effettuato il calcolo della rata è pari al 14%. Nel momento in cui si sceglie il pagamento rateale si deve decidere se si vuole pagare la rata minima o una rata superiore di importo scelto liberamente dal cliente. La rata minima è l’importo maggiore tra il 6% del saldo dovuto e 40 €. L’importo maggiore tra i due va sommato con spese e commissioni e il risultato determina l’effettiva rata minima.

Attraverso le spese effettuate con la carta di credito partecipi alla raccolta punti Membership Rewards con la quale accumuli un punto per ogni euro speso, ma hai anche la possibilità di scegliere tre categorie merceologiche tra Modaiolo, Tecnologico, Casamico, Giramondo e Sognatore dentro le quali sono rinchiusi gruppi di negozi: acquistando da questi avrai tre punti anziché uno per ogni euro speso.

Avanzando la richiesta, che si può fare direttamente online dal sito, e indicando il tuo reddito dimostrabile che, comunque, non può essere inferiore a 11.000 € perché l’emittente possa prendere in considerazione la richiesta, questa sarà esaminata dagli addetti e ti sarà comunicato l’esito.

Se American Express ti concederà la carta di credito, ti assegnerà un plafond prefissato che potrà essere uno dei seguenti: 1.500 €, 2.500 €, 3.500 € o 5.000 €. Con la carta hai accesso anche ad altri servizi di American Express.

carta revolving come funziona

Hai la protezione acquisti con la quale è l’emittente che garantisce per te, in caso tu abbia comprato un bene con la carta e volessi restituirlo, ma questo non è possibile poiché il negoziante si rifiuta: l’emittente interverrà rimborsandoti. Hai la protezione antifrode comprensiva anche di carta sostitutiva in caso di furto o smarrimento.

Nell’ambito di questo servizio rientrano anche le funzionalità di Amex, la app di American Express che ti avvisa per ogni addebito registrato sulla carta, in modo che tu possa informare se uno di questi movimenti non è stato generato e approvato da te e possa intervenire in tempo.

Hai l’assicurazione infortuni viaggi valida sia in Italia che all’estero e l’accesso alle prevendite di American Express Experience per avere diritto ad ottenere i biglietti di concerti in anteprima. Con la app Amex avrai sempre sotto controllo il tuo saldo disponibile, i movimenti registrati, blocchi e sblocchi la carta e gestisci tutto facilmente.

C’è un’altra app importante per American Express che è Qui American Express, con la quale puoi visualizzare tutti gli esercizi convenzionati con questa carta per il pagamento. Inoltre puoi associare la tua carta a Apple Pay e Google Pay moltiplicando le opportunità di pagamento disponibili. In caso di necessità hai accesso al servizio clienti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Si tratta di una carta interessante che ti dà un servizio evoluto e con la quale hai molteplici possibilità per pagare, secondo quanto ti puoi permettere, potendo così dilazionare il pagamento nei periodi in cui è importante farlo.

selfy mediolanum

carta di credito selfy mediolanum

american express

american express oro

sella

carta di credito sella

illimity bank

carta di credito illimity bank

Carta revolving più conveniente: Diners Club

Sono due le carte di credito Diners che consentono l’accesso a Paysimple, la rateizzazione on demand del conto della carta di credito. Per Diners Club la scelta è quella di permettere la rateizzazione su saldi dovuti di almeno 500 €.

carte revolving diners club

Con questa emittente non si è obbligati a rateizzare il totale del saldo dovuto. Dai propri movimenti si sceglie un gruppo di acquisti che come somma arrivino ad almeno 500 € e si decide in quanti mesi rateizzarle scegliendo tra 3, 6, 10 e 12 mesi.

L’importo massimo rateizzabile comprensivo di spese non può mai superare i 10.000 €. Le carte per privati di Diners Club sono la Nuova Carta Club e la New Vintage. Entrambe non ti assegnano un plafond prefissato ma ogni spesa è rimessa alla verifica discrezionale di Diners, che tiene conto del merito creditizio.

La Nuova Carta Club, gratuita il primo anno, ti costerà poi 15 € al mese mentre la New Vintage ti costa da subito 20 € al mese.

carta di credito revolving

Con la Nuova Carta Club hai l’iscrizione al WWF compresa e il concierge per il primo anno. Con questo servizio puoi usufruire di un’assistenza telefonica similare a quella di un segretario o di una segretaria per riservare tavoli al ristorante, comprare biglietti, cercare una baby sitter e similari.

Con entrambe le carte hai il magazine digitale incluso e la possibilità di partecipare a progetti benefici, l’assicurazione viaggi con accesso a più di 1.000 Vip Lounge aeroportuali, la partecipazione alla raccolta punti Loyalty Club Experience, gli Sms che ti avvisano dell’utilizzo della carta e l’assistenza 24 ore su 24.

Con la New Vintage avrai sempre il concierge a tua disposizione e l’assicurazione protezione acquisti. Per entrambe le carte hai la app MyDiners attraverso cui puoi verificare i movimenti e il saldo che hai raggiunto e da cui puoi richiedere la rateizzazione delle spese con il sistema Paysimple.

carta revolving online

Ci sono alcune spese che non si possono rateizzare e sono: i prelievi di contante, le ricariche telefoniche, le spese presso rivenditori di telefonia e negozi di videogiochi. Non si possono dilazionare le utenze e le spese per giochi d’azzardo come quelle per fondi comuni di investimento, per rifornimento di carburante e trasferimento di denaro.

Per attivare il piano rateizzato occorre operare entro le ore 16 del penultimo giorno prima della chiusura dell’estratto conto. Fino a 750 € il massimo di rate che possono essere corrisposte è nel numero di tre.

Come l’importo del plafond della carta non è stabilito in via preventiva, la stessa cosa si può dire del tasso di interesse. Vengono indicati i TAN massimi applicabili, che dipendono dalla durata della dilazione e dall’importo totale del piano di rientro.

Si va così da un 5,33% per montante tra 9.000 e 10.000 € da restituire in tre rate fino ad un 11,53% per montante tra i 750 € e i 1.000 € da restituire in dodici mesi. Il Taeg cambia a seconda delle spese da aggiungere al TAN come i bolli sugli estratti conto e le spese di spedizione degli stessi.

Il particolare del plafond non definito al momento della concessione della carta di credito implica la possibilità di rifiutare ulteriori concessioni di credito in caso di problematiche emerse dopo l’emissione della stessa con il titolare, siano esse relative a questioni di banche dati e rate mancate, sia si tratti di notizie relative alla situazione reddituale del socio.

Sicuramente la serietà nel rimborso delle rate è fondamentale per poter ottenere il massimo dall’ente finanziatore, come è giusto che sia, ma è chiaramente un tipo di carta più favorevole per chi oggi ha una situazione altalenante che si pensa si potrà stabilizzare in futuro.

Se si ritiene di essere in una posizione reddituale apicale, è consigliabile ottenere una valutazione di plafond fissa, ottemperando poi puntualmente ai propri doveri nei confronti dell’emittente.

Cos’è una carta revolving

Una carta revolving è uno strumento di credito che è stato spesso demonizzato perché quando è stato introdotto ha inguaiato i titolari che non avevano previsto l’accumularsi di interessi e si sono trovati a pagare rate importanti per acquisti non altrettanto esosi.

Quello che è da considerare è il fatto che, emettere una carta di credito revolving, è come concedere un fido ad un privato, un’operazione che, di prassi, gli istituti bancari evitano proprio perché significa che appena rimborsata una piccola parte, il debitore ha di nuovo il diritto di prelevarla.

L’unica differenza nel caso della carta è il dovere di rientrare forzatamente della rata e non si può lasciare il conto semplicemente fermo pensando di non movimentarlo ulteriormente. In questa visione, si comprende meglio il tasso di interesse applicato che, in linea generale, non è proprio economico.

Anche chiedendo un fido, anche se non lo si utilizza, vengono richieste le spese solo per tenere a disposizione le somme, cosa che la carta di credito in realtà non fa.

Come funziona una carta di credito revolving

Con una carta di credito revolving in mano, pensando di sapere quanto plafond si ha a disposizione, si può attingere da questa per spese correnti come per spese straordinarie. Un esempio può chiarire meglio il funzionamento.

Ipotizza di avere un plafond a disposizione di 3.000 € e questo mese ti scade l’assicurazione della macchina che ti costa 850 €, se la paghi annualmente. Puoi pensare di pagare 850 € con la carta di credito e poi rateizzare la spesa (per semplicità fai finta di non aver sostenuto altre spese) in 12 mesi, che ti costeranno circa 80 € a rata, ottenendo così il pagamento rateale dell’assicurazione, che raramente viene concesso dalle compagnie.

Il mese stesso in cui paghi l’assicurazione, hai ancora a disposizione da spendere 2.150 €. Il mese successivo, in cui comincerai a pagare circa 80 € di rata, di cui 70 € in conto capitale, avrai da poter utilizzare con la carta residui 2.220 € e così, senza effettuare ulteriori operazioni, ogni mese il tuo plafond disponibile aumenterà di 70 €.

I conti su plafond si fanno solo sul capitale, mentre interessi e spese non vanno ad intaccare il fido che ci hanno concesso, anche se vanno pagati.

Quali sono i costi di una carta di credito revolving

Per avere una carta di credito revolving occorre far fronte ad alcune spese. La prima è quella del canone, che normalmente sussiste per qualsiasi carta di credito, anche a saldo. La carta può darti servizi aggiuntivi oltre a quelli del credito, i quali possono far aumentare il canone.

Questo può essere trattenuto su base annuale oppure mensile. Quando si utilizza la carta non è dovuto nessun importo mentre, anche pagando a saldo, quando l’estratto conto che viene inviato, che è un documento equiparabile per legge ad una fattura, occorre pagare un bollo che oggi è pari a 2 € (in caso il totale superi i 77 €).

Questo può andare a sommarsi con i costi di invio dell’estratto conto, se è spedito tramite posta. Un altro costo che si può aggiungere è quello delle spese di incasso, che ci possono essere in particolare se carta e istituto di credito su cui è appoggiata la carta sono concorrenti.

Carta revolving: vantaggi

Avere una carta di credito revolving è come avere un fido. Ci possono essere casi in cui può essere utile anche se in questo momento ti può sembrare che sia solo una spesa inutile. Ottenerla e mantenerla può rivelarsi una risorsa in un momento di chiusura forzata.

Può essere che qualcuno che non l’aveva mai utilizzata prima, durante il lockdown, e in attesa degli aiuti statali e del pagamento della cassa integrazione, l’abbia benedetta per essere riuscito a fare qualche acquisto.

Inoltre, ha tutte le caratteristiche di una carta di credito ordinaria, così da poter essere utilizzata facilmente per poter finalizzare acquisti online direttamente o collegandola con un wallet.

Lascia un commento

La Finanza A Portata Di Click
La Finanza A Portata Di Click

Il blog ideale per chi vuole accrescere la propria cultura finanziaria ed investire al meglio i propri risparmi

5/5 - (1 vote)